Seleziona una pagina

< Progetti Svizzera


Nuova sede Aziende Industriali di Mendrisio
Mendrisio, Ticino
2015
(concorso)

 

 

Il progetto, presentato in occasione del concorso per nuova sede delle Aziende Industriali di Mendrisio, si articola in tre corpi principali, il carroponte con i depositi esterni, i magazzini e gli uffici, che, attraverso raccordi e incastri, si configurano in un insieme omogeneo, il quale dialoga proporzionalmente con le dimensioni del sito, affacciato sull’Autostrada, e con il contesto industriale. Il sistema si appoggia sul terreno, sfruttando le differenze altimetriche esistenti e rispettando la geometria del lotto.
A nord-ovest dei corpi di fabbrica si apre il grande piazzale, dove hanno luogo i flussi generati dall’attività dell’azienda: l’ingresso e l’uscita dei lavoratori, dei mezzi di servizio e dei fornitori, con le relative aree di sosta. Nell’ angolo sud-ovest, si apre l’accesso pensato per gli utenti, direttamente collegato all’edificio amministrativo attraverso l’entrata pubblica: la circolazione è studiata in modo da favorire i continui movimenti che si avvicendano tra l’interno e l’esterno del complesso. Il piazzale è delimitato verso via Laveggio da un’alta rete metallica ricoperta di rampicanti, che, oltre a proteggere il complesso, costituisce anche un elemento architettonico verde, introducendo fin dall’esterno il concetto progettuale di unione tra natura e edificio.
Il traliccio del carroponte occupa longitudinalmente il sito e penetra nell’edificio dei magazzini. Il traffico pesante gira intorno il volume del carroponte per poi uscire dall’altra parte del lotto senza disturbare il traffico leggero, limitato alla piazza antistante.
Il volume dei magazzini, semplice e funzionale, prevede l’uso di una combinazione di diversi elementi prefabbricati garantendo una lavorazione semplice e veloce; la luce naturale proviene dalle finestre perimetrali e dagli ampi shed sul tetto, la cui copertura, rivolta a sud, è sfruttata per l’applicazione di pannelli fotovoltaici. Nel corpo del magazzino hanno sede anche l’ufficio del magazziniere, i, l’officina con gli spogliatoi e i locali tecnici, raccolti e posti in posizione mediana tra gli edifici del magazzino e degli uffici, in modo da poter gestire i diversi climi corrispondenti alle diverse funzioni.
A raccordo tra gli edifici si trova un passaggio vetrato su due piani, il quale crea una diretta continuità tra la zona amministrativa a quella operativa e collegato con il piazzale dall’ingresso dei dipendenti, facilitando le relazioni tra delle diverse aree dell’azienda. Questo si affaccia su un giardino interno a doppia altezza, rivolto a sud, il quale oltre a costituire un elemento architettonico di grande impatto, ha una precisa funzione energetica. Infatti il progetto prevede l’uso, in unione al fotovoltaico, di una pompa di calore aria-acqua: questi apparecchi hanno una resa minore con aria esterna a bassa temperatura quindi viene sfruttata l’ aria già riscaldata dall’energia solare passiva di questo spazio verde per migliorare le performance dell’impianto.
Il corpo degli uffici, con funzione rappresentativa, si articola su tre piani; per questo edificio è stato scelto un metodo costruttivo tradizionale con struttura in calcestruzzo e cotto che funziona come massa termica per migliorare la resa energetica diminuendo le escursioni di temperatura assorbendo calore e restituendolo gradatamente agli ambienti interni. La composizione volumetrica è generata dall’incrocio delle geometrie del lotto, mentre la distribuzione interna prevede l’ingresso al primo piano con un grande foyer a doppia altezza, in cui si affaccia lo sportello del front office, a cui sono direttamente limitrofi la sala consultazione, il centro di comando e gli altri uffici amministrativi, mentre il volume centrale è occupato dal locale stampa ed economato. All’ultimo piano trovano posto l’ufficio direzionale e la zona relax centrale con le sale riunioni, riconfigurabili in un unico ambiente, orientata verso al sole della sera si apre una grande terrazza: questa zona è pensata per accogliere, all’occasione eventi aziendali o di promozione. L’ archivio e gli uffici tecnici sono collocati al piano terra, in diretta vicinanza con l’ingresso dei dipendenti e con il magazzino. Tutto intorno all’edificio uno specchio d’acqua crea un gioco di riflessi con la facciata ventilata in lastre di vetro, tema che ricorre in tutto il progetto che oltre a conferire un carattere estetico all’edificio, migliora le performance energetiche dello stesso, fruttando energia solare passivamente nelle stagioni fredde, mentre in quelle calde le protezioni solari mobili poste davanti alle finestre migliorano l’isolamento. La facciata vetrata conferisce un’identità contemporanea e pubblica all’edificio, che riflettendo l’ambiente circostante crea una sinergia tra l’edificio e il suo contesto.
Negli spazi esterni, predomina il verde, in particolare la zona est del sito è lasciata liberamente accessibile ed, essendo molto vasta, prevede uno spazio predefinito e lottizzato per i vivaisti, che già ora sfruttano il terreno, perché continuino a coltivare le loro piante con l’obbligo di mantenere al meglio l’area, infatti viene pensato una piccola strada di accesso direttamente dietro agli edifici.
L’idea del progetto ha origine nella sinergia elementi naturali dell’acqua e della vegetazione con la modernità del vetro, concetto che si lega idealmente con la missione dell’azienda e con il suo futuro, al contempo la composizione architettonica dei volumi, oltre che una scelta estetica, ė dettata dalla volontà di razionalizzare al massimo i flussi e creare degli spazi adatti alle attività svolte e garantire la qualità dell’ambiente di lavoro , per favorire,senza creare interferenze, la collaborazione del team aziendale e la relazione tra i dipendenti e i clienti.